10 consigli ecologici per pulire la casa

 

1 – Non sporcare

sembra ovvio, ma non lo è, mille volte per pigrizia o indolenza invece che prestare attenzione a non sporcare mentre cuciniamo, ci laviamo o svolgiamo qualunque attività, siamo distratti e lasciamo correre; macchiamo il pavimento, facciamo cadere oggetti, schizziamo acqua in giro, non prestiamo attenzione a togliere indumenti e scarpe sporchi prima di girare per la casa, mettiamo i piedi con le scarpe sul divano, oppure apriamo gli sportelli della cucina con le mani sporche…invece che mettere i piatti sporchi a bagno o in lavastoviglie li lasciamo con lo sporco secco ad incrostarsi. Potrebbe durare molto a lungo questo elenco: vi sono innumerevoli comportamenti che possiamo evitare per evitare di sporcare…che, a conti fatti, è il modo più facile di pulire!

Non sporcare: è tutto lavoro risparmiato
Non sporcare: è tutto lavoro risparmiato

2 – Pulire immediatamente ciò che sporchiamo

un po’ come il consiglio precedente, questo è un modo per prevenire peggiori danni, se raccogliamo quel ciuffetto di polvere che vediamo a terra invece di passare oltre, o puliamo subito il piano cottura dopo aver rovesciato un po’ di sugo, dovremo pulire in modo approfondito meno spesso.

3 – Evitare il deposito di calcare sui lavelli e sulle paratie della doccia

asciugare sempre le superfici dopo averle bagnate, sul lavello con una spugnetta, sulle pareti della doccia invece è utilissimo dotarsi di una spatola con il bordo di silicone da passare sul vetro appena finita la doccia.

Eliminare il calcare dalla doccia naturalmente
Eliminare il calcare dalla doccia naturalmente

4 – Usare composti basici su marmi e graniti

Ad esempio il bicarbonato o il sapone. Gli acidi come l’aceto o il limone potrebbero corroderli. Per eliminare il calcare, invece, la soluzione sono composti acidi, come l’aceto o l’acido citrico: lasciare i rompigetto dei sanitari a bagno nell’aceto per una notte elimina ogni traccia di calcare.

Il marmo è molto delicato, lo puliamo con il bicarbonato
Il marmo è molto delicato, lo puliamo con il bicarbonato

5 – Usare fogli di quotidiani per pulite i vetri

Oltre ad essere a costo zero, la composizione dell’inchiostro aiuta a rendere i vetri lucidi e brillanti, coadiuvati dal Pulitore vetri multiuso autoprodotto avrete vetri perfetti e splendenti con minima spesa e minimo sforzo.

quotidiani
I quotidiani sono perfetti per pulire i vetri

6 – La soda caustica come stura lavandini

Per liberare gli scarichi dei sanitari, intasati da grasso e capelli, versare un po’ di soda caustica dentro il buco dello scarico, poi, prestando molta attenzione perché farà bolle e aumenterà di volume, versarvi sopra due litri almeno di acqua bollente: durante tutta questa operazione usate i guanti e maneggiate con cura la soda caustica che a contatto con l’acqua (anche fredda) reagisce immediatamente ustionando e corrodendo.

lavandino intasato
la soda caustica è il rimedio ideale per sturare i lavandini

7 – Riciclare i vecchi collant

Come stracci antistatici sono ideali i vecchi collant: attirano la polvere e non la rilasciano, per spolverare in modo ecologico, economico ed efficace!

collant
i collant usati e bucati sono ottimi stracci antistatici

8 – Disinfettare le spugne della cucina

Per pulire le spugne della cucina togliendo cattivi odori e germi, metterle in una ciotolina con metà acqua e metà aceto, in quantità sufficiente perché siano coperte di liquido, poi mettere la ciotolina nel microonde per 5 minuti, quando la toglierete saranno deodorati e igienizzati.

9 – Il brillantante è ecologico

In lavastoviglie al posto del brillantante versare aceto è un modo per avere piatti e bicchieri brillanti, togliere gli odori sgradevoli e mantenere sana la lavastoviglie in modo economicissimo ed ecologicissimo.

aceto
l’aceto è il migliore dei brillantanti – anche un mezzo limone dentro il cestello delle posate coadiuva il lavaggio

10 – Igiene del frigo semplice ed ecologica

Pulire con una spugnetta imbevuta di Spray igienizzante per la cucina ed il bagno le superfici interne del frigorifero almeno una volta a settimana per eliminare gli odori sgradevoli e mantenere le superfici igienizzate e pulite: è una pratica che occupa pochissimo tempo e che evita di dover fare troppo spesso una pulizia approfondita (con annessi e connessi: staccare la spina, se collegato al freezer procedere a sbrinare etc..).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *